LA NOSTRA STORIA

Le prime testimonianze sulla mozzarella di bufala risalgono al 1400, quando era chiamata Mozza.

Il bufalo italiano appartiene alla famiglia dei bovidi ed è originario dell'india orientale.

continua

IL NOSTR0 LATTE

L’azienda agricola
L’azienda agricola “SAB – Valsecchi” ha una tradizione centenaria nel campo di allevamento di bufale.

Il caseificio “Tenuta Doria” lavora latte appena munto proveniente dai suoi allevamenti.

continua

LA NOSTRA MOZZARELLA


La conservazione

La Mozzarella di Bufala Campana d.o.p. è un alimento "vivo", composto soltanto da prodotti naturali (latte, sale, caglio); in essa non c'è alcun conservante. Viene immersa in "acqua di filatura" a cui viene aggiunto sale e siero diluito; questo tipo di liquido è fondamentale perchè conferisce il giusto tono di salatura, esaltando il sapore e le qualità organolettiche fino al cuore della pasta filata. E' idoneo, inoltre, poiché consente di prolungare la durata del prodotto, assicurandone una corretta conservazione.

Sebbene possa sembrare strano a dirsi, la mozzarella di bufala campana e il frigorifero sono acerrimi nemici!!! Eh sì, il freddo fa disperdere le proteine ed i grassi del prodotto nel suo liquido di governo, rendendolo secco ed insapore. Per cui, una volta ricevuta, non va messa nel frigorifero, ma semplicemente conservata a temperatura ambiente (20° - 22° C) e, prima di consumarla, è ottima norma immergere il sacchetto con il prodotto ed il suo liquido in un pentolino con acqua tiepida per circa 30 minuti....ciò farà sì che, grazie al diffuso calore, il prodotto "riassorba" il massimo del suo gusto dal liquido di governo.

Fate in modo da aprire il sacchetto solo al momento di mangiarla, onde sia evitare di non poter più seguire il consiglio di cui sopra (o comunque dover fare un "pasticcio" per rimettere il tutto in un'altra busta per alimenti), sia evitare, mettendola in una ciotola e lasciandola così per ore, in quanto non tutto il prodotto è immerso nel suo liquido (tende infatti a "galleggiare"), con conseguente alterazione del gusto della parte emersa (nel sacchetto, invece, viene confezionata in modo da essere del tutto immersa nel suo liquido).

Ancora: le mozzarelle tagliate vanno mangiate completamente, perchè se si ri-immette una mozzarella lasciata a metà nel suo liquido di governo, questa si "spugnerà" diventando priva di sapore.
Infine, potete conservarla 2-3 giorni dalla ricezione così come fin ora spiegato, ma se volete "spingerla" oltre per un qualsiasi motivo, allora toglietela dal liquido e SOLO allora mettetela nel frigorifero...sarà ancora ottima per ripieni o per condire una bella pizza fatta in casa!! A questo punto non vi consigliamo, però, di mangiarla così come è, perchè inevitabilmente si seccherà.

I NOSTRI PRODOTTI


La mozzarella di bufala campana vede gli incrementi di vendita nel periodo primavera – estate.

Il nostro allevamento pratica la cosiddetta "destagionalizzazione dei parti".
continua

  • Mozzarella di bufala
  • Bocconcino
  • Aversana
  • Treccia